Siamo stati fermi due settimane a Baku, in attesa della famigerata nave cargo per traversare il Mar Caspio. Stare fermi non è la nostra passione. Solitamente passiamo questo tempo lavando i vestiti, lavando noi stessi, manutenendo le bici, lavorando al sito, cucinando e parlando con chi ci ospita (il modo migliore, se non l’unico, per conoscere a fondo un paese). A Baku però i nostri ospiti, Oktay e Vafa, avevano una coinquilina con tanta tanta voglia di giocare che ha aggiunto la voce “divertirsi con Busia” alla lista delle cose da fare!



Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

2 comments

  1. Reply

    Valter NIZI 22 February 2015 at 10:46

    Dopo tanto silenzio ho il piacere, e spero lo condividiate, di far sentire nuovamente la mia voce in rete.
    Spero che il vostro impegnativo ed unico, nel suo genere, progetto proceda secondo i vostri programmi.
    Vi invio simbolicamente un refolo del ponentino romano.
    Con cordialità Valter (IZØRTQ)

    • Reply

      Simona Pergola 23 February 2015 at 17:12

      Ciao Valter,
      Il piacere è tutto nostro. Speriamo che la tua assenza dal nostro blog e viaggio non si stata per cause spiacevoli! Continua a scriverci che ci fa piacere!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *