Istanbul è anche una canzone di Barış Manço cantata all’una di notte in compagnia di due fantastici amici, Cemil e Yasin. Sizi seviyoruz!


Dağlar Dağlar, di Barış Manço

testo originale

Ellerimle büyüttüğüm
solarken dirilttiğim
Çiçeğimi kopardın sen ellere verdin

Dağlar dağlar
Kurban olam yol ver geçem
sevdiğimi son bir olsun yakından görem

Kuşlar ötmez güller soldu
yüce dağlar duman oldu
Belli ki gittiğin yerden kara haber varz

traduzione in italiano

L’ho cresciuto con le mie mani.
Quando stava appassendo ho fatto sopravvivere
il fiore che tu hai raccolto e dato agli altri.

Montagne montagne,
per favore, lasciatemi passare
per l’ultima volta per vedere il mio amore da vicino.

Gli uccelli non cantano più e le rose sono appassite,
le grandi montagne sono diventate fumo.
È ovvio che ci siano brutte notizie dal posto che hai lasciato.



Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *