fbpx

Eravamo a Baku, Azerbaigian, quando siamo andati in ambasciata a ritirare il visto per l’Uzbekistan. Avevamo richiesto 30 giorni, ed invece a sorpresa ed apparentemente senza motivo ci è stato consegnato di 28.

Nonostante le nostre rimostranze ci siamo ritrovati con un gap di due giorni sul passaporto tra la fine del visto uzbeko e l’inizio di quello tagiko. Che fare? Ci siamo presentati al confine e abbiamo semplicemente campeggiato per due giorni nella terra di nessuno, in mezzo alle due frontiere. Non male! Comincia così il Tagikistan, dopo qualche giorno a Dushanbe il lago di Nurek ci regala dei colori stupendi. Da Kulob in poi non si scherza più. Comincia ufficialmente l’avventura nel Pamir!


Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *